Odio dover comprare abbigliamento assieme ad altre persone…

Pubblicato: luglio 16, 2011 in Scervellate varie
Tag:, , , ,

Qualcuno probabilmente ricorderà un post simile risalente ai tempi del blog su FFOnline, ma oggi ho vissuto un’altra esperienza traumatica al riguardo, quindi ne parlo di nuovo per chi non conosce il mio punto di vista.

 

Una delle cose che odio di più è il venir accompagnato da qualsiasi persona (mamma, fratello, amici/che, donzella/o, etc…) quando devo andare a comprare vestiti. E’ una cosa che odio in maniera abissale. In particolar modo, quando vado con mia mamma. Le dico chiaro e tondo: “Mamma, voglio dei pinocchietti (Bermuda, ndr) di Jeans a 3/4 (a metà polpaccio, ndr).” Per prima cosa, andiamo nel negozio dei Yellow Men. Pinocchietti a 3/4 nemmeno l’ombra. “Bon,” penso. “Prendo dei Jeans e li amputo alla giusta altezza”. l’unico Jeans che mi piaceva non offriva la mia taglia. Effanculo. Poi andiamo al centro commerciale. Entriamo nel primo negozio. Nemmeno li l’ombra di un fottutissimo paio di pinocchietti di jeans a 3/4. Solo fottutissimi Bermuda che nemmeno arrivavano al ginocchio.  Però, nel mentre, ho comprato un paio di camice a maniche corte. Passiamo ad un terzo negozio. Ovviamente, mia mamma comincia a rompere il cazzo che “Devi comprarti qualcosa, visto che devi andare via.” Così, alla fine mi sono ritrovato costretto a dover comprare due fottutissime paia di Bermuda che arrivano a malapena al ginocchio. Almeno sono riuscito a levarmi lo sfizio di comprarne uno in jeans (tinta sbiadita, molto carucci) ed uno in cotone, di color viola (*_*). Poi bon, ovviamente, non posso comprare solo i bermuda del cazzo, servono anche t-shirt, perché “Eh, non c’hai nulla che si abbini al viola”… Ma cribbio, che cazzo me ne fotte a me di abbinare bene i colori? Sono 16 fottuti anni che mi vesto da solo e prendo roba a caso dall’armadio.  Gira e rigira, ho dovuto spendere ulteriori soldi per delle fottute t-shirt (viola, perché “il viola o si abbina al viola o al bianco”, trolol), ed una polo bianca.

Io son li che dico “Occristo,  finalmente sta cazzo di tortura è finita.”… “Ema, guarda che dobbiamo comprare delle scarpe leggere di tela…”

FFFFFFFFFFFFUUUUUUUUUUU

Ma porca la rana inculata dal toro, ho già due fottute paia di scarpe di ginnastica, uno bianco ed uno nero (così non scassa il cazzo sull’abbinamento), che minchia me ne faccio di un fottuto paio di scarpe di tela, che vado a fare una partita a calcio (dovete sapere che dalle mie parti, le partite a calcio s’improvvisano, non è che ci si sente un paio di giorni prima per organizzare) e si dilaniano? Ovviamente, dove vuole che andiamo a prendere le scarpe? Dal fottutissimo negozio Scarpe & Scarpe, che vende solo fottutissima roba di marca che costa un fottutissimo casino e non vale un fottutissimo cazzo.

Conclusione. Spesi dei fottutissimi 44.98 € per delle fottutissime e fottutamente inutili scarpe di tela della Nike (ho preso il primo paio che m’è capitato sotto gli occhi che costasse “poco”.

Morale della favola? Ho perso la mattina intera per comprare delle cose che:

1)Non sentivo la necessità personale

2)Non avevo oggettivamente bisogno. (Che cazzo, tagliavo le gambe ai jeans slavrati eed ottenevo ciò che volevo semnza pagare un cazzo)

3)Sono state “scelte” da un’altra persona.

4)Non corrispondevano a ciò che io volevo e quando ho espresso il mio disappunto, me le son pure sentite perché “Se non vanno di moda non vanno, te prendi quello che c’è”.

5)Ho speso un futtio quando potevo spendere molto di meno (leggasi: 1/5 di quanto ho speso effettivamente)

6)Mi son dovuto sorbire compagnia non richiesta, e per di più, da questa compagnia non richiesta, me le son pure sentite perché volevo acquistare dei determinati capi.

7)Ho impiegato over 9,000 volte il tempo effettivamente necessario (il mio metodo d’acquisto è piuttosto semplice: “Buongiorno, avete questo articolo e nel caso l’abbiate il prezzo s’aggira in un range tra [€ min] ed [€ max]?” -> Si -> Guarda -> Acquista / No -> Addio -> Me ne torno a casa ).-.

Bah. Un consiglio, cari miei lettori. Non fatevi MAI abbindolare nell’andare a comprare abbigliamenti in compagnia.

Nerdamente Vostro,

Zio Name

commenti
  1. flashwade scrive:

    Eccome se me lo ricordo.
    è una cosa fastidiosissima. Alla fine scommetto che hai comprato le mie stesse nike di tela da circa 40, casualmente sempre da scarpe scarpe. (modello capri,nere suola bianca? xD)

    E comunque vorrei sapere il magico negozio di scarpe dove te le tirano in testa U_U

  2. flashwade scrive:

    O_O che comunque alla fine sono tutte assurdamente uguali.

    Anche tu, potevi opporre più resistenza………—–> prendi la parte dell’insensibile ——-> cedi all’xy persona ————> Same result

  3. GatlingGun scrive:

    centro commerciale di monfalcone.. eri all’emisfero? °D°

  4. Deseth scrive:

    Sono anni che non esco con i miei a comprare qualcosa proprio per evitare tutto questo.

  5. PukkaNaraku scrive:

    Oh God che post agghiacciate…1- per l’effettiva utilità (scusa, ma a chi può interessare una cosa del genere?!? XD), ma capisco che un post di sfogo può anche starci e 2- non vado a fare acquisti con i miei genitori da quando?…forse, da quando avevo meno di 10 anni! Con gli amici (almeno per quanto mi riguarda) è tutto un altro discorso…poi perché fondamentalmente odio fare shopping, quindi…XD

    • Zio Name scrive:

      Beh, non credere che sia andato volontariamente a fare shopping con mia mamma eh. Mi ha inculato alla grande. Siamo prima passati a trovare mio nonno e sul ritorno mi ha trascinato a comprare roba. Di solito (cioè mai, perché se ho già dei vestiti comprarne nuovi non è necessario, a parer mio), non vado proprio a fare shopping.

      Per l’utilità, beh, non deve per forza avere un’utilità effettiva. Perché, estremizzando, nessun post nel blog ha un’utilità effettiva: Recensioni? ce ne sono già una caterva. Videoreview? Idem. Podcast? Idem. Ecc…

  6. flashwade scrive:

    non ci vedo nulla di male in questo genere di post, sono stralci di vita quotidiana, dopotutto il blog si chiama tales of nerds.

    • Zio Name scrive:

      Dillo a lui, evidentemente, pretende solo post nerdosi. Pensa che diceva se pubblicavo quello del mio sogno allucinante a base di Ozzie, Jack Black e Shailene Woodley…

      • PukkaNaraku scrive:

        Non intendevo che i Post di vita quotidiana non vanno bene (dopotutto è un Blog personale, sti gran cazzi direi), solo che l’argomento centrale del post lo trovo un po’…come dire, inutile!😄
        Già un sogno sarebbe stato molto più interessante da leggere (soprattutto se strano), ma uno con scritto “non andate a fare spese con vostra madre, perché per me è una rottura” direi che lascia il tempo che trova…per quanto, in fondo, è anche da considerarsi un post di sfogo, quindi ci sta cmq! ^_^

  7. flashwade scrive:

    avrei proprio bisogno di un remind per quel sogno, ho idee troppo vaghe. In compenso ricordo il post sulle capigliature emo LoL

  8. Zio Name scrive:

    Armstrong? NOn ricordo lui. Ma dovrei avere i backup da qualche parte. Flashino, farò un altro post come quello, tranquillo. E’ ora di generalizzare un po’ il blog.

  9. teo scrive:

    mi aspettavo un intervento degno del più nerd tra i nerd, se si deve esulare da questo argomento accetto SOLO post di patonze

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...