Posts contrassegnato dai tag ‘Dragon Quest IX’

Qualche giorno fa, leggendo una recensione di Xenoblade che era piuttosto “fuori dal coro”, per la precisione quella di videogame.it, ho iniziato a riflettere, perché quella riflessione è stato un forte stimolo al riguardo. Premetto che quanto scriverò è puramente un punto di vista, anche perché, seppur ho giocato un gran numero di jRPG, sono praticamente rimasto all’oscuro della generazione attuale, se non per un paio di “occhiate” con The Last Remnant (in gioco adesso) e Eternal Sonata (a scrocco, versione 360) per quanto concerne le home console, mentre le due portatili della ormai “passata” generazione (PSP e DS) le ho praticamente spolpate, giocando di tutto e di più.

 

Un po’ di storia

Torniamo indietro nel tempo, per la precisione a quando il genere stava diventando un genere di “massa” in Giappone. Ovviamente mi riferisco all’ascesa di Dragon Quest e Final Fantasy. Se andiamo a vedere il jRPG medio di quel periodo, ci troviamo davanti a dei prodotti compatti, lineari e generalmente privi di attività secondarie, se non per un paio di sparute quest, generalmente legate alla trama ed al mondo di gioco. Prendendo due esempi “estremi”, abbiamo Dragon Quest I & II, totalmente privi di side quest, oppure gli Ys, che altro non sono che una “linea retta” dall’inizio alla fine, che segue, per citare il recensore di videogame.it, i bisogni dei protagonisti. Andando avanti nel tempo, troviamo una sempre maggior incidenza delle side quest, più o meno necessarie e più o meno invasive, fino ad arrivare a dei casi “estremi” come Dragon Quest IX, Xenoblade (leggendo sia quella recensione che i pareri di varie persone su altri forum, la mole di side quest è impressionante) ed anche The Last Remnant.

 

La situazione attuale

Penso che oggi come oggi si possa dire senza troppi problemi che molti jRPG vengono infarciti di quest su quest per coprire delle carenze nel succo del gioco in se, che ricordo essere quello di raccontare una storia negli jRPG. Abbiamo assistito ad una crescita nelle tipologie di quest: fetch quest, kill [random number] monsters quest, secret boss quest, talking quest, ecc… molte delle quali prive di attinenza con la storia, il mondo di gioco e così via, ma inserite puramente come “riempitivo”, per allungare il brodo. Ormai, almeno stando al mio “bagaglio culturale”, gli jRPG story driven, con quest attinenti alla trama e/o ai personaggi li conto sulla punta delle dita. In tutti gli altri casi non sono altro che un modo per mascherare del grinding o infilare dei personaggi extra che non hanno influenza minima sulla trama (esempio: i Leader Unici di The Last Remnant, che sono si più potenti delle unità random standard, ma prenderli o non prenderli non ha la minima influenza nel grande ingranaggio della trama).

 

Il mio punto di vista

Devo essere sincero, a me ogni tanto piace mettermi li, staccare il cervello e stare a fare quest su quest “così per”, in un certo senso. Tuttavia, una cosa che non sopporto è il modo in cui spesso le quest sono inserite nel contesto. Quest con un “time limit” senza senso, quest che cozzano con il bisogno dei personaggi e della trama, il classico “calderone” di quest da fine gioco, del tipo “Ehi, la Meteora invocata da Sephiroth sta per schiantarsi sul pianeta, ma fregatene, prenditi pure del tempo per sclerare dietro al breeding dei chocobo, spendere vagonate di Gil al Gold Saucer per ottenere oggetti che nel 90% dei casi non ti serviranno ma chissene, visitare dungeon MAI nominati in tutto il gioco, farti fare il culo dai due superboss e così via”.

Un OTTIMO metodo di infilare delle Side Quest (sia attinenti alla trama, sia al setting), l’ho trovato in Mana Khemia, ed è dovuto alla sua struttura a periodi, offrendo dei periodi dove potersi dedicare a cose extra senza che questo influisca sulla trama o sui bisogni dei personaggi, anche perché rispecchia un po’ la realtà. Faccio un esempio per spiegarmi: da piccolo, quando andavo a scuola (elementari e medie), tendevo a preavanzarmi sempre, così da aver maggior tempo libero per fare quello che volevo. Mana Khemia sfrutta un concetto simile: se ti comporti come devi, soddisfando prima i bisogni narrativi, ti premiamo con del tempo libero che puoi sfruttare come preferisci: vuoi cercare dei lavoretti per qualche soldo in più? Puoi farlo. Vuoi andare a farmare ingredienti? Puoi. Vuoi spendere tempo a sperimentare con l’alchimia? Idem. Vuoi uscire con i tuoi amici? Puoi. Vuoi dormire per far passare il tempo e continuare la trama? Puoi.
Ci sono anche i casi in cui la trama è costruita sulle quest, ma generalmente si tratta di una categoria specifica di jRPG, quella dei dungeon crawler come Etrian Odyssey (il primo esempio che m’è venuto in mente) dove le quest principali portano avanti il canovaccio narrativo o altri casi dove le quest portano avanti la trama (Trails in the Sky) ed in quel caso non ho nulla da ridire.

Ciò che sto cercando di dire è questo: è bello offrire al giocatore libertà e tante cose da fare, ma tutto questo dev’essere fatto in maniera intelligente, specialmente se si tratta di un jRPG Story Driven, dove le quest devono essere inserite quando la narrazione lo permette, non quando capita. Riprendendo l’esempio di prima con FFVII, “sospendere” l’arrivo di una meteora per permettere al giocatore di fare quello che vuole è semplicemente assurdo. Farlo invece quando c’è una pausa narrativa, come ad esempio un “Dobbiamo fermarci in questo villaggio per qualche giorno, in attesa che arrivi l’emissario dal regno XY, spendi il tempo come preferisci” è un momento già più adatto per infilare delle quest, purché siano relative a quella zona ed a quel frangente narrativo e non qualcosa del tipo “Adesso che sei arrivato al villaggio P, puoi tornare al villaggio A per fare una fetch quest”.
Abbiamo infine il classico “post game”, dove generalmente ci si trova ad affrontare qualche super boss “delle leggende” che rispunta totalmente a caso, magari in un dungeon che spunta pure totalmente a caso. Generalmente sono un fan del post game solo in certi casi, ossia quando offre contenuti attinenti alla trama. Un esempio è quello di The World Ends With You, che offre un post game relativo alla trama con la possibilità di raccogliere dei Report che vanno ad approfondire ulteriormente la trama o quello del primo Disgaea, che senza ombra di dubbio è una grindfest di proporzioni “epiche”, ma soddisfa comunque perché offre una side story che riesce ad incastrarsi con la trama ed anche una quantità notevole di cameo provenienti da altri giochi NIS, ma che riescono ad incastrarsi comunque con il mondo di gioco.

 

Il futuro?

Non so cosa ci rivelerà il futuro. In un mondo ideale, gli sviluppatori riusciranno a trovare un equilibrio tra le necessità narrative e la necessità personale di “avercelo più grosso” proponendo il gioco più “ricco” del momento. Ma ho seri dubbi che possa succedere. Continueremo a trovarci con le due categorie di base più degli ibridi, con la bilancia che pende verso il “quest-penis”. Personalmente, mi ritengo fortunato, perché per ora ho ancora talmente tanti di quei retrojRPG da giocare che non dovrò affrontare il problema per un bel po’. Ma la domanda che mi frulla in testa è: la vostra idea/posizione al riguardo?

 

Nerdamente Vostro,

Zio Name

Allora, già che ho un po’ di tempo, ne approfitto per scrivere questo aggiornamento.

1)La registrazione del podcast sarebbe dovuta avvenire oggi, ma è stata rimandata alla settimana prossima in quato ho avuto parecchio da fare tra studiare, organizzare un viaggio a Milano per una visita medica e altre robe relative alla Real Life.

2)Recensioni. A Pasqua o a Pasquetta pubblicherò una recensione, devo ancora decidere quale.

3)Videorecensioni: sta per arrivare la prima videorecensione, opterò per un classico senza età, giusto per scaldare i muscoli in attesa di recensioni più elaborate.

4)Ho droppato Trails in the Sky (assurdamente pesante e noioso), ma sto giocando a quasi pieno ritmo FFIV The Complete Collection, ho iniziato Front Mission 3 e ho reiniziato DQ IX per scriverne una guida per un amico. Aspettatevi recensioni su questi giochi più o meno presto (il primo che finirò sarà sicuramente FFIV).

I guess that’s all, folks.

Nerdamente Vostro,

Zio Name

Trofei

Pubblicato: gennaio 10, 2011 in Scervellate varie
Tag:, , , , ,

Da una discussione nata su SpazioGames m’è nata l’idea per un post sul blog (in attesa di una bella recensione) riguardante i trofei che oggi tutti amano e tutti vogliono.

Prendiamo in esame per un momento la situazione attuale. Giochi corti, migliaia di trofei. Alcuni interessante e ben strutturati, altri messi alla cazzo di cane e totalmente assurdi. Il mio punto di vista al riguardo è particolare, perché onestamente, che ci siano o non ci siano, mi lascia indifferente, magari, se son trofei “umani” mi metto anche a prenderli, ma in certi casi son trofei che mi fanno rabbrividire, spesso messi li per mascherare la scarsissima longevità del titolo.

 

Giacché sono un fan degli jRPG, effettuerò un ragionamento, utilizzando questo genere come metro di paragone:

Prendiamo che ne son un jRPG Random: “Final Fantasy V” (proprio random, lol)

Una lista di trofei “decente”, potrebbe essere:

1)Completa il gioco

2)Sconfiggi i boss segreti

3)Prendi tutti i Job

4)Ottieni il 100% dei tesori

5)Completa il bestiario

 

Semplice, compatta e che per buona parte vien da se.

 

Prendiamo invece uno tra gli ultimi jRPG usciti, Dragon Quest IX (sarà una lunga lista, presa dalla guida ufficiale):

Grotto Accolades:

Celestrial Sentry (Prima Grotto completata)

Heralded Hero (Sconfitto un Grotto Boss di livello 25+)

Super Hero (Sconfitto un Grotto Boss di livello 50+)

Heavenly Hero (Sconfitto un Grotto Boss di livello 75+)

Legendary Hero (Sconfitto un Grotto Boss di livello 99)

Spelunker (Completata una Grotto di livello 25)

Spunky Spelunker (Completata una Grotto di livello 50)

Spelunking Specialist (Completata una Grotto di livello 75)

Supreme Spelunker (Completata una Grotto di livello 99)

Cave Dweller (Completate 10 Grotto)

Cave Craver (Completate 50 Grotto)

From Craddle to Cave (Completate 100 Grotto)

Stalag Mighty (Completate 500 Grotto)

Caving Lunatic (Completate 1,000 Grotto)

Quest Completion

Service Provider (Completate 20 Quest)

Helping Hand (Completate 50 Quest)

Selfless Soul (Competate 100 Quest)

Fairy Godfather (Completate 150 Quest)

Father Questmas (Completate tutte le Quest)

Party Tricks

Expressionist (Ottenere tutte le pose per il personaggio)

Alchenomicon

Commis Chef (Completare il 10% delle alchimie)

Chef de Partie (Completare il 25% delle alchimie)

Sous Chef (Completare il 50% delle alchimie)

Chef d’Alchimie (Completare il 75% delle alchimie)

Crèm de la Crem (Completare il 100% delle alchimie)

Amateru Alchemist (Effettuare 50 alchimie)

Enthusiastic Alchemist (Effettuare 100 alchimie)

Avid Alchemist (Effettuare 250 alchimie)

Alchemaniac (Effettuare 500 alchimie)

Alcheolic (Effettuare 1,000 alchimie)

Krak de Crackpot (Effettuare 2,000 alchimie)

Hours of Gameplay

Seasoned Traveler (100 Ore in SP)

Sightseer (250 ore in SP)

Wayfarer (500 ore in SP)

Globetrotter (750 ore in SP)

Wanderluster (1,000 ore in SP)

Constant Companions (100 ore in MP)

Firm Friends (250 ore in MP)

Best Buddies (500 ore in MP)

Oldest and Goldest (750 ore in MP)

Friends to the End (1,000 ore in MP)

Victories

Victor (100 battaglie)

On-fire Fighter (500 battaglie)

Winning Streaker (1,000 battaglie)

Win-a-lot Prime (5,000 battaglie)

Winvincible (10,000 (!) battaglie)

Accolades Earned

Name Dropper (10)

Glory Hunter (50)

Man of many names (100)

Titled Peer (200)

Titan of Titles (300)

Holiday Packages

Cold Caller (50 pacchi)

Deal Closer (100)

Salesperson of the Week (300)

Top Seller (500)

Celestial Salesperson (1,000)

Bestiary Completion

Huntsman (10%)

Hunter Gatherer (25%)

Top Tracker (50%)

Head Hunter (75%)

Big Game Hunter (100%)

Item Collection

Itemiser (50%)

King of Collectors (100%)

Wardrobe

Follower of Fashion (10%)

Clothes Horse (25%)

Trendspotter (50%)

Trendsetter (75%)

Fashionista (100%)

Resurrection

Regular Churchgoer (10 resurresioni)

Coffin Dodger (50 resurrezioni)

Dauntless Deadbeat (100 (credo, non è specificato) resurrezioni)

Bank Deposit

White Stick Saver (100,000 monete depositate)

Blue Stick Saver (500,000 monete depositate)

Red Stick Saver (1,000,000 monete depositate)

Silver Stick Saver (5,000,000 monete depositate)

Gold Stick Saver (10,000,000 monete depositate)

Titles

Herbalist (comprare 100 erbe curative)

Happy-go-lucky (Vincere un numero di battaglie con numeri identici (es: 222) e controllare il  battle record)

Birthday Boy (Ottenuto se si gioca il giorno del proprio compleanno)

Level Up

Field Marshall (Warrior lv. 99)

Archdeacon (Priest lv. 99)

Grand Wizard (Mage lv. 99)

Grandmaster (Martial Artist lv. 99)

Bandit King (Thief lv. 99)

Bard of High Regard (Ministerl lv. 99)

Gladius Maximus (Gladiator lv. 99)

Caster Blaster (Armamentalist lv. 99)

Knight Banneret (Paladin lv. 99)

Eco Warrior (Ranger lv. 99)

Mahatma (Sage lv. 99)

Superstar (Luminary lv. 99)

Revocation

Ceaseless Swordman (Warrior lv. 99 -> Revocation x10)

Perpetual Priest (Priest lv. 99 -> Revocation x10)

Steadfast Caster (Mage lv. 99 -> Revocation x10)

Born-again Brawler (Martial Artist lv. 99 -> Revocation x10)

Career Criminal (Thief lv. 99 -> Revocation x10)

Boundless Bard (Ministrel lv. 99 -> Revocation x10)

Undefeated Champion (Gladiator lv. 99 -> Revocation x10)

Endless Armamentalist (Armamentalist lv. 99 -> Revocation x10)

A Knight to Remember (Paladin lv. 99 -> Revocation x10)

Costant Gardener (Ranger lv. 99 -> Revocation x10)

Karma Karmeleon (Sage lv. 99 -> Revocation x10)

Limitless Luminary (Luminary lv. 99 -> Revocation x10)

Fashion

Laid-back lad (Equip specifico)

Prince of Poser (Equip specifico)

Ladykiller (Equip specifico)

Cool Customer (Equip specifico)

Simple Simon (Equip specifico)

Distinguished Gentleman (Equip specifico)

Skills

Swordman -> Lord of the Sword (Sword Skill 1->10)

Lancer -> Lord of the Lance (Spear Skill 1->10)

Knifer->Know-it-all-knifer (Knife Skill 1->10)

Shield Wielder -> Guardian Force (Shield Skill 1->10)

Corageous Kid -> Fearlessly Fearless (Courage Skill 1->10)

Boy Wander -> Wonder Wander (Wand Skill 1->10)

Member of Staff -> Chief of Staff (Staff Skill 1->10)

Believer -> Saint (Faith Skill 1->10)

Whipper Snapper -> Scourge of the Gods (Whip Skill 1-> 10)

Mediocre Invoker -> Master Caster (Spellcraft Skill 1->10)

Surface Scrathcer -> Scratchmaster (Claw Skill 1->10)

Fair Fanner -> Leviafan (Fan Skill 1->10)

White Belt -> Tenth Dan (Fistcuff Skill 1->10)

Energiser -> Atmoiser (Focus Skill 1->10)

Secret Seeker -> Bullion Billionaire (Acquisitiveness Skill 1->10)

Smooth Mover -> Flying Wallenda (Litheness Skill 1->10)

Whittler -> Deforester (Axe Skill 1->10)

Nail Knocker ->Hammer of the Gods (Hammer Skill 1->10)

Bruiser -> Annihilator (Guts Skill 1->10)

String Twanger -> Sagittarean (Archery Skill 1->10)

Pyro Privare -> Star Marshal -> (Force Skill 1->10)

Slight Knight -> Out of Sight Knight (Valour Skill 1->10)

Baby Boomer -> Sonic Boomerang (Boomerang Skill 1->10)

Optimist -> Polymath (Enlightenment Skill 1->10)

Wannabe -> Phenomenon (Je ne sais Quoi Skill 1->10)

Backpacker -> King of the Jungle (Ruggedness Skill 1->10)

Dress Up

43 trofei che corrispondono 43 “cosplay” effettuabili tramite equip sbloccabili

Saving the World

29 trofei che riguardano la rapidità nel finire il gioco o altre cose effettuate durante l’avventura principale (mi son rotto di scrivere .-.)

 

Ok. Direi che la lista di trofei di DQ IX è spropositata. Esagerata. Avete visto quanti obiettivi richiedono sforzo immane da parte del giocatore? E anche su console, per certi giochi la cosa non migliora… Trofei con richieste assurde, strutturati apposta per far durare di più un gioco poco longevo, con obiettivi scrausi e succhia tempo.

Se gli sviluppatori usassero meglio il cervello, non solo creerebbero dei trofei a misura d’uomo, ma riuscirebbero a crere comunque dei giochi più longevi e ben strutturati.

 

Ecco perché concettualmente sono contrario ai trofei. Sono dimostrazione di pigrizia e scarsa inventiva da parte degli svilupptori, oltre ad essere solo un metodo per vantarsi in giro per il web del proprio “game-penis”. Ad esempio, se guardiamo indietro all’epoca PS1/PS2, i giochi erano molto più longevi e originali, senza bisogno di ricorrere a sotterfugi. E nessuno si vantava il cazzo credendo di essere “pr0”.

 

Baboh, la vostra?